Isola di Salina: Isola Verde.


Perché scegliere l’isola di Salina tra tutte le isole dell’archipelago Eoliano?

L’isola di Salina è un piccolo paradiso immerso nel verde della natura e circondato dalle acque cristalline del mar Tirreno, a pochi chilometri dalle coste siciliane: per la CNN l’isola di Salina è tra la più bella d’Italia.

Santa Marina di Salina

 

Il nome dell’isola deriva da un lago salato nella frazione di Lingua, da cui in passato si ricavava il sale. Salina, con la sua natura rigogliosa per le sorgenti di acqua dolce che hanno fatto di questa isola la più verde di tutto l’arcipelago, offre un bellissimo panorama. Le sue colline si digradano dolcemente verso il mare e consentono di ammirare tutte le isole dell’arcipelago eoliano, due alla volta. 

La sua ricca vegetazione è fatta di rigogliosi ulivi e vigneti dai quali vengono prodotte alcune delle eccellenze vinicole italiane. Il patrimonio enogastronomico di Salina è fatto di ottimo pesce e dei famosi capperi di Salina. Per tutte queste unicità e qualità dei prodotti dell’isola, Salina è presidio Slow Food. Tutto questo fa dell’isola di Salina un luogo perfetto per trascorrere le tue vacanze.

Cosa vedere

L’isola di Salina è famosa per i suoi scorci paesaggistici e per i suoi borghi caratteristici, come Santa Marina, Lingua e Malfa.

Santa Marina di Salina

Santa Marina di Salina è la località più vivace dell’isola con la maggior parte dei locali e vita notturna. Si trova alle pendici del Monte Fossa delle Felci, che prende il nome dal rigoglioso bosco di felci che cresce all’interno del cratere. In questa località può ammirare una bellissima chiesa settecentesca dedicata alla santa protettrice dell’isola, Santa Marina.
Lingua è una frazione a sud di Santa Marina, è un piccolo borgo di pescatori con spiagge composte di ciottoli e da un mare cristallino.
All’interno del Faro situato all’estremità dell’isola è stato istituito il Museo del Sale e del Mare. A pochi passi dal laghetto troviamo il Museo Civico e il Museo Archeologico dell’Isola. Il laghetto è una riserva naturale protetta famosa per il bird watching, specialmente durante i periodi di migrazione.

 

Panorama di Salina

 

Malfa

Malfa è caratterizzata dalle abitazioni color bianco tipiche del paesaggio delle isole Eolie. Il borgo è adagiato su un terrazzo collinare a 90 metri sul livello del mare. Per la sua esposizione a Nord è il luogo più fresco e verdeggiante di tutta l’isola.
A Malfa è stato realizzato il Museo dell’Emigrazione della popolazione Eoliana.
Sulla piazza principale, circondata da negozi e locali, si trova la Chiesa di Sant’Anna. La chiesa di Sant’Anna, di epoca settecentesca, ospita diversi dipinti e sculture di grande bellezza.
Nella frazione di Pollara sorge la Chiesa Patronale di Sant’Onofrio che ospita la statua dell’Immacolata di Sant’Onofrio.

Leni

Leni si trova a circa 200 mt di altitudine. E’ un paesino immerso nel verde dei vigneti di Malvasia di cui l’Isola è ricca.
A Rinella, una frazione del comune di Leni, si trova l’unica spiaggia sabbiosa di Salina. Sempre nel comune di Leni, nella frazione di Val di Chiesa, tra le due montagne dell’Isola, si trova il Santuario della Madonna del Terzito. All’interno della Chiesa si può ammirare un dipinto di epoca settecentesca che raffigura la Madonna come protettrice delle isole Eolie.

 

Escursione da Milazzo a Lipari e Salina (Minicrociera)

Cosa fare

Snorkeling e Diving

Numerose sono le proposte turistiche per visitare l’isola di Salina: immersioni e snorkeling sono attività molto popolari a Salina. Tanti infatti sono i punti da scoprire. Per le immersioni subacquee. Nel mare della verde Salina potremmo scoprire secche e pareti dove la luminosità delle acque e i colori del Mediterraneo rendono indimenticabile ogni immersione.

Trekking

La Riserva naturale Le Montagne delle Felci e dei Porri occupa oltre la metà del territorio ed è raggiungibile seguendo suggestivi itinerari naturalistici adatti a chi voglia godere di un incantevole panorama su tutte le vicine Isole.
Si può raggiungere la riserva attraverso degli itinerari escursionistici immersi nella natura. Il cammino dura circa due ore ed è consigliabile partire dal Santuario della Madonna del Terzito in località Val di Chiesa. Il più alto dei due monti di Salina ospita nel cono un bellissimo bosco di felci (la Fossa delle Felci).

Le Spiagge e il Mare di Salina

Spiaggia di Pollara
La Spiaggia di Pollara è una delle più belle di tutte le isole Eolie. A Pollara sono state girate alcune scene del film Il postino di Massimo Troisi. La spiaggia può essere raggiunta camminando per circa trenta minuti lungo un sentiero abbastanza impegnativo che parte dall’omonimo centro abitato, oppure via mare durante un’escursione in barca.

Spiaggia di Scario
La Spiaggia di Scario si trova sulla costa settentrionale di Salina ed è una delle spiagge più visitate dell’isola. E’ una spiaggia di sassi e ciottoli levigati che formano un autentico angolo di paradiso dominato da una ripida scogliera. La spiaggia dello Scario può essere raggiunta in pochi minuti percorrendo un comodo sentiero partendo dal centro di Malfa.

Spiaggia di Santa Marina di Salina
La Spiaggia di Santa Marina di Salina si trova nei pressi del porto. Si tratta di grossi sassi arrotondati che formano un litorale ampio con uno splendido mare azzurro.

Spiaggia di Rinella
La Spiaggia di Rinellanel comune di Leni, si trova a sud dell’isola di Salina. E’ una delle pochissime spiagge di sabbia in tutta l’isola. Questa meta è consigliata agli appassionati di snorkeling per i fondali ricchi di vita e di colori. La spiaggia è facilmente raggiungibile dal centro dalla frazione di Rinella.

 

Escursione a Salina

 

Giro in barca

La circumnavigazione dell’isola di Salina  prevede nuotate in mare e snorkeling nelle calette più incantevoli e difficilmente descritte nei soliti itinerari turistici.
Si potranno ammirare le splendide acque sempre limpide e cristalline e le fantastiche scogliere verdi. Visiteremo le più belle località dell’isola, da Pollara a Rinella, da Malfa a Santa Marina di Salina e Lingua.

Giro via terra

L’isola di Salina è relativamente grande con decine di chilometri di strade. Per tale motivo per ammirare le sue bellezze naturali è consigliato noleggiare un’auto o uno scooter.

La Cucina di Salina

La Malvasia è prodotta con l’uva raccolta nella prima quindicina di settembre e i grappoli sono esposti in terrazze in modo che l’appassimento attraverso il sole aiuti a raggiungere la giusta gradazione zuccherina.
Salina è famosa anche per un altro prodotto: i capperi di Salina, presidio Slow Food.

 

Isola di Salina Fiore di cappero

 

Vita notturna

Il centro storico di Santa Marina di Salina è ricco di piccoli negozi dove dedicarsi allo shopping ed è anche il polo principale per quanto riguarda la movida notturna, grazie ai suoi locali rinomati in cui ci si può divertire fino a tardi.

Come arrivare

L’Isola di Salina è molto ben collegata con Milazzo e l’aeroporto di Catania.

Il maggior numero di corse e delle escursioni per l’isola di Salina dalla Sicilia partono dal porto di Milazzo. E’ possibile raggiungere Salina sia con traghetti della compagnia Siremar e NGI che con mezzi più veloci della Liberty Lines.